VACANZE PER TUTTI A BIBIONE

Bibione è una località balneare dell’Alto Adriatico, situata tra la laguna di Venezia e il golfo di Trieste.
Con i suoi otto chilometri di spiaggia dalla sabbia fine e dorata è la meta perfetta per una vacanza al mare all’insegna di rilassanti bagni di sole, dello sport e delle escursioni nella natura, il tutto in uno scenario unico.
La spiaggia di Bibione attrezzata di ogni servizio, la caratteristica zona naturalistica del faro, le terme ed il centro ricco di negozi, ristoranti e pizzerie sanno accontentare le esigenze di vacanza di tutta la famiglia.
Anche gli amici a quattro zampe troveranno un’ampia area a loro dedicata dove poter giocare e fare bagno: la spiaggia di Pluto è una zona dell’arenile attrezzata riservata a chi vuole andare in spiaggia con il cane.

LA NATURA DI BIBIONE

La storia di Bibione è profondamente legata a quella del fiume Tagliamento, il fiume che sfocia all’estremità orientale della località. La spiaggia si è formata nei secoli dai sedimenti che il fiume ha man mano depositato durante le sue piene.
Questo legame è riconoscibile ancora oggi nella zona della foce dove troneggia anche un faro, in cui ambienti ancora selvaggi si alternano in un sistema di dune fossili e ambienti umidi unici a livello europeo.
Ecco che Bibione è la meta ideale per chi vuole trascorrere una vacanza a contatto con la natura alternando le passeggiate in riva alla spiaggia alle escursioni in bicicletta nel verde.
Innumerevoli sono le piste ciclabili e i percorsi dedicati ai ciclisti: dalla pista ciclabile lungo mare che percorre Bibione in tutta la sua lunghezza, alla pista che conduce fino al porto costeggiando la zona umida della Vallesina, al “Giratagliamento”, una pista ciclabile che costeggia tutto il corso del fiume Tagliamento dalla foce di Bibione fino ai paesi dell’entroterra di Latisana e San Giorgio al Tagliamento.
Pochi chilometri a ovest del lido di Bibione si può visitare la riserva naturale di ValleVecchia, area umida di interesse faunistico, ideale per gli amanti del birdwatching, con una estesa spiaggia non attrezzata, ultima testimonianza degli originari arenili sabbiosi dell’alto Adriatico. ValleVecchia si può raggiungere in auto, in bicicletta ed anche in barca, con tour che partono da Porto Baseleghe, il porto di Bibione Pineda.

ENOGASTRONOMIA A BIBIONE

Le peculiarità climatiche e del terreno di Bibione lo rendono perfetto anche per le coltivazioni di frutta ed ortaggi. La coltura più rinomata è quella dell’asparago bianco, protagonista dell’omonima festa che si svolge nel mese di Aprile.
Il riso, coltura storicamente presente, è stato recentemente valorizzato in produzioni ridotte ma di elevata qualità.
Molto diffusi sono i frutteti di mele, pere e pesche mentre nell’entroterra si trova la zona vitivinicola della D.O.C. Lison-Pramaggiore, famosa per i suoi vini rossi che si possono degustare ed acquistare direttamente presso le cantine locali che li producono.

I DINTORNI DI BIBIONE

La posizione centrale nell’alto Adriatico di Bibione la rende un ottimo punto di partenza per visitare città importanti come Venezia e Trieste, ma anche come base per escursioni nell’entroterra del Veneto e del Friuli.
Le cittadine ricche di storia e di cultura brevemente raggiungibili da Bibione sono:
Portogruaro, nata come porto fluviale nel XII sec, è attraversata dal fiume Lemene. Lungo le vie del centro si possono ammirare edifici in stile gotico veneziano, passeggiando all’ombra dei tipici portici.
Concordia Sagittaria è un centro fondato dai romani nel I sec a.C. il cui nome richiama la presenza di una fabbrica di frecce (saggitae). Oltre alle testimonianze del periodo romano sono presenti importanti resti paleocristiani, rappresentati dalla primitiva basilica.
Caorle è una pittoresca cittadina di mare raggiungibile da Bibione via terra o via mare, anche grazie ai canali navigabili.
Sesto al Reghena, piccola cittadina poco distante da Portogruaro, è conosciuta per la sua abbazia benedettina “Santa Maria in Sylvis”, esempio di arte romanica.
Aquileia, colonia romana fondata nel 181 a.C. di cui si conservano il porto fluviale, il decumano e il foro. Il Museo Archeologico nazionale raccoglie i reperti rinvenuti nei diversi scavi effettuati. Di grande pregio la Basilica romanica della Beata Vergine (XI secolo) eretta su un edificio cristiano del V secolo, al cui interno è possibile ammirare i preziosi mosaici risalenti al IV secolo.